Chi sono…

picsart_11-18-10-50-08

Mi chiamo Sandra, sono una donna, madre, moglie, lavoratrice, donna delle pulizie,amministratrice dell’andamento domestico etc.etc.etc…insomma, una della tantissime donne dei nostri tempi che deve arrabattarsi tra mille incombenze per “cercare” di far quadrare tutto… e come se non bastasse mi sono messa anche in testa di creare articoli artigianali di bigiotteria.

Molte delle mie amiche mi dicono “ma come fai?”, “dove trovi il tempo?” e io rispondo che tolgo il tempo un pò a tutto per ritagliarmi qualche momento in cui mi metto a creare… per me è un’esigenza… mi fa star bene, mi rilassa e dà sfogo alla mia creatività in costante fermento.

Lo sò è difficile gestire tutto al meglio ma io non sono perfetta, anzi…. Non riesco ad immaginare la mia vita senza la mia argilla, i colori, il martello (sì avete letto bene) ed il casino della mia stanzetta dove tra una passata con l’aspirapolvere ed una mescolata al sugo mi metto a fare un orecchino o a dipingere un tubo in argilla… scampoli rubati al quotidiano…
Ho provato, per varie esigenze a mollare qualche giorno ma vado in crisi di astinenza! Non ci posso fare nulla…

COME HO INIZIATO…..

Diciamo che la natura mi ha dotato di una buona dose di fantasia e creatività …è una questione di fortuna, un dono…C’è chi nasce con una spiccata propensione per la musica, il disegno, la danza, ognuno ha il suo talento, a volte nascosto ma credo che ognuno di noi abbia delle capacità dentro di sé: la cosa importante è trovarle e non sempre ci si riesce.

Io devo ammettere che sono stata agevolata dai geni di famiglia. Mi mamma è una super creativa la classica donna con le mani d’oro. Ha sempre cucito, lavorato a maglia e poi è passata alla creazione di sculture con il Cernit, spettacolari nella sua ricercatezza e nei suoi particolari…poi, una volta che i figli se ne sono andati da casa ha ripreso una sua passione giovanile e cioè dipingere e nel giro di un paio d’anni è diventata una bravissima pittrice.

Il talento, unito alla perseveranza le ha permesso di dipingere dei quadri bellissimi per i quali ha ricevuto premi, riconoscimenti e tantissime soddisfazioni.

Per non parlare del fratello musicista…anche lui molto talentuoso che ha al suo attivo diversi album e successi. L’ultimo “Se ti va” è solo pianoforte…vibrante, emozionante vivo…e non lo dico perché sono di parte.

Anche il papà dal canto suo è un artista. Non ha dipinto o composto musica ma sa fare qualsiasi cosa, dalla falegnameria, all’edilizia, all’elettronica insomma l’uomo tuttofare che sa mettere le mani ovunque. Dotato di grande intuito e inventiva ha fatto veramente di tutto.

Quindi con queste premesse non potevo non fare nulla…eh!

Non ho scoperto queste mie velleità presto… ho iniziato a “creare” verso i 30 anni.

Prima facevo delle cose sì ma non trovavo mai quella che “sentivo” veramente mia.

Ho provato con il decoupage, pittura, disegno, decorazioni varie ma dopo un po’ mi stufavo.

collage-2016-12-02-11_00_39-1

Un giorno, ad un mercatino artigianale ho visto dei ciondoli molto belli realizzati in vetro e mi sono detta “perché non provare a farli?” Ovviamente non potevo lavorare il vetro così ho provato con il DAS sì proprio lui.. quel panetto grigio che utilizzavamo per fare i lavoretti a scuola!

Ho iniziato a fare dei ciondoli molto semplici che poi dipingevo con i colori acrilici..se li vedo ora inorridisco da quanto fossero sempliciotti, grezzi ma mi fanno tenerezza perché per me all’epoca erano dei capolavori e ci ho messo l’anima.

Ne ho fatti diversi e li indossavo per andare al lavoro.. Ogni tanto mi fermava qualche collega per chiedermi dove avevo acquistato quella bella collana così particolare e io, piena di imbarazzo dicevo che l’avevo fatta io… e poi da cosa nasce cosa..

Ho iniziato a farle per le colleghe, poi per le amiche, poi per le amiche delle amiche finchè mi sono fatta prendere la mano  e ne ho sfornate parecchie…solo che le amiche ad un certo punto sono anche finite e cosa me ne facevo di tutta quella roba?

Una mia collega mi dice “perché non fai mercatini” IOOOO MERCATINI!!!! Ma sei matta?

Io non sono fatta per quelle cose; mi imbarazzo a stare lì a vedere la gente che passa e poi cosa dico, che prezzi metto? Ma non se ne parla nemmeno!

Passano i giorni, forse i mesi e la mia produzione aumenta e dentro di me si fa strada l’idea balzana di provare a fare i mercatini…Perché no? Proviamo!

Me lo ricordo benissimo…mercatino della Festa della Zucca ad ottobre.

Arrivo io con il mio tavolo da pic-nic recuperato non sò dove, delle tovaglie e le mie creazioni! Per fortuna che ero vicino a casa e ho trovato diverse persone che conoscevo e mi hanno fatto passare la giornata…fattostà che avevo incassato ben 110 euri! E si parla di circa 14 anni fa!

Che emozione! che soddisfazione! Avevo il morale alle stelle! Qualcuno aveva speso dei soldi per acquistare delle cose che avevo fatto io…che meraviglia!

Ecco, tutto iniziò da lì…

Poi con il tempo ho sperimentato varie tecniche e stili che mi hanno aperto ad un mondo fatto di novità, scoperte, sperimentazioni e soddisfazioni.

Ora, dopo tanti anni sto ancora sperimentando e provando cose nuove…pensavo di aver provato tutto o quasi ma ci sono sempre nuove tecniche, nuovi materiali e nuove idee…

picsart_12-02-11-22-58

Se fosse per me farei milioni di cose e volte le faccio ma mi sono resa conto che dovevo restringere il campo, anche per essere coerente con uno stile preciso, che mi rappresenta di più e che sia riconoscibile all’esterno. Poi, quando mi va faccio anche altre cose, ma solo per la soddisfazione di cimentarmi in qualcosa di nuovo e se poi vedo che ne vale la pena posso anche pensare di proporlo…

Ora mi sto dedicando principalmente a due linee di produzione: i monili in argilla e i gioielli martellati con pietre dure, perle e cristalli che sono quelli che mi danno più soddisfazione e che piacciono di più e che piacciono di più a voi.

In futuro si vedrà.

Le mie creazioni sono frutto di sacrifici, amore, passione, dedizione e ricerca costante…
Spero che vi piaccia quello che faccio e se volete lasciare un commento mi farete felice…

Sandra

Salva

Salva

Salva

Salva

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *