Uncategorized
Leave a comment

Ritorno alle origini…..

meditazione-638x425

Capita a tutti, prima o poi, di attraversare un momento di stasi, di immobilità, di vuoto.

Spesso lo definiamo come qualcosa di negativo, di triste, di sbagliato ma non è così.

Se guardiamo alle antiche filosofie cinesi come il Taoismo scopriremmo che il nulla, il vuoto, sono lo strumento per evolverci, per scoprire il nostro sé più nascosto, scevro da condizionamenti esterni, da tutta quella inutilità che ci circonda ogni giorno.

Ci sono momenti nella vita che accadono cose che ci fanno pensare, meditare, riflettere….

Ognuno di noi è la somma di esperienze, dolori, gioie, aspettative, sogni e molto altro e arriva il momento di fermarsi e restare in ascolto.

Questo è il mio momento. Sarà che alla soglia dei 50 anni si fanno dei bilanci, sarà che era il tempo giusto, fattostà che ogni età porta con se i suoi cambiamenti, le sue consapevolezze, i suoi progetti.

Chi mi conosce sa che sono una fonte inesauribile di idee e creatività ma sono mesi che non creo nulla. Non ne ho la voglia, non mi interessa, sono orientata verso altre cose.

Io, per stare bene ho bisogno di avere sempre un progetto, qualcosa di nuovo che mi emoziona, mi da energia, mi fa sentire viva e pulsante. Per anni ho attinto questa forza dalla creatività ma ultimamente non è stato così. Ho temuto di aver perso la mia vena creativa, una risorsa per me preziosa ma non è così…..ho semplicemente spostato l’attenzione su altro.

maxresdefault

Evidentemente per me è tempo di fare altre cose, cose che mi fanno stare bene e che mi motivano. Sarebbe assurdo creare senza voglia, senza gioia, tempo sprecato.

Ho sentito l’esigenza di dedicarmi a me stessa. Al mio benessere psico fisico, curando l’alimentazione, l’attività fisica, la mente.

Sono sempre stata una persona che va a fondo nelle cose; mi piace approfondire, capire, non mi accontento della superficie voglio sapere, sperimentare…..

Non ci sono state forzature, succede e basta.

Ho iniziato a fare attività sportiva come non mai in vita mia! Sarà che i cedimenti dell’età matura si notano, sarà che avevo il bisogno di ritrovare me stessa anche davanti allo specchio, fattostà che ho iniziato a seguire un regime alimentare salutistico, alternato a periodi di digiuno per eliminare tutte le scorie e le tossine accumulate nel mio corpo e non solo…

Mi alzo la mattina alle 6.00 per andare a camminare nel silenzio, mentre la natura si risveglia, ascoltando il canto degli uccelli, il gracidare delle rane nel ruscello sotto casa, respirando gli odori di erba bagnata dalla rugiada stupendomi delle bellezze che la natura ci regala ogni giorno ma che non vediamo perché siamo troppo impegnati a messaggiare, ascoltare la radio e a fare mille cose.

Multitasking-woman-e1386163153186.jpg

Mi sono sempre vantata di essere una donna multitasking ma mi sono accorta che facendo troppe cose insieme me ne stavo perdendo tante altre.

Bisogna tornare alle origini…..

Bisogna imparare ad apprezzare il silenzio, il mangiare poco e sano, stare in mezzo alla natura, gioire delle cose semplici che la vita ci regala ogni giorno in modo totalmente gratuito e accessibile.

Siamo pieni di sovrastrutture di falsi bisogni generati per farci spendere e riempirci di cose inutili che riempiono dei vuoti esistenziali e che poi durano poco e vengono sostituiti da altri bisogni…..ammazza che filosofa che sono diventata, stento a riconoscermi!!!! Qualcuno direbbe “parli proprio tu che hai gli armadi strapieni di abiti e scarpe che metterai si è no una volta all’anno e hai la casa colma di oggetti inutili che creano solo confusione e disordine!”. Tutto vero!

Negli anni mi sono riempita di qualunque cosa e non nego che abbia provato una certa soddisfazione e gioia ma se mi fermo a riflettere era forse un modo per riempire altri vuoti, come chi si abbuffa di dolci o schifezze per colmare vuoti esistenziali.

Con questo non vuole dire che ora mi libererò di tutte le mie scarpe o i miei vestiti, non esageriamo eh! Potrei avere un collasso cardio-circolatorio, andiamoci piano…..diciamo che ci penso prima di acquistare qualcosa di cui non ne ho effettivo bisogno, magari quei soldi li utilizzo per qualcosa di più utile oppure li tengo da parte per un viaggio o un progetto più grande che mi potrà dare più soddisfazione e gioia.

Voi direte….ma a noi che ci frega di tutti questi cavoli tuoi? Probabilmente nulla, avete ragione ma volevo condividere questo mio momento di ascolto, di rinascita perché un blog è anche questo. Non è solo parlare di moda, di creatività, è anche parlare di se stessi, condividere i propri progetti, le proprie idee.

1467371384127-794

Le mie creazioni sono frutto del mio stato d’animo, del mio sentire, percepire, sono io, in tutte le sue sfaccettature. Creare è l’espressione del nostro essere, un bisogno di dare forma ai nostri pensieri, sensazioni ed emozioni.

Il titolo del post è “tornare alle origini” proprio così…. Nel mio caso è tornare alle prime cose che ho creato più di vent’anni fa, dove è iniziato tutto.

In questo periodo di pausa ho lasciato fluire i pensieri sapendo che prima o poi avrei avuto un’illuminazione, dopo tanto tempo e l’ho avuta ieri, accompagnata da una nuova emozione, dolce ma allo stesso tempo appagante. Ho deciso di rimettere le mani in pasta.

Tutti conoscono il potere terapeutico dell’impastare, modellare, dare forma ad un pezzo di argilla per crearne qualcosa, qualsiasi cosa. Io ho iniziato così, tanti anni fa.

I primi lavori, se li guardo adesso, erano orribili, eppure piacevano, infatti me li ordinavano e da lì è iniziato tutto…poi mi sono evoluta sperimentando tecniche e materiali sempre diversi perché a me piace provare tutto ma puntualmente ritornato alle creazioni in argilla a freddo.

isla_180x180_33053112_tr5m4pb3

Ieri mi è presa di nuovo la voglia di tornare a fare quello che alla fine mi rappresenta di più e cioè creare dal nulla forme, monili, particolari per poi decorarli, limarli, dipingerli e farli diventare qualcosa di unico, irripetibile, mio….

Stavolta non voglio avere fretta, io sono sempre stata una persona impaziente, veloce, a tratti agitata ma ora è il momento di fare le cose che sento, quando le sento, senza stress, senza fretta perché nessuno mi impone nulla, sono io a decidere i ritmi.

Non ci sarà nulla di nuovo o diverso, oppure si, non lo so….vedremo in corso d’opera.

Per adesso ho ripreso a fare i miei amatissimi tubi che mi hanno dato tantissima soddisfazione e successo e anche i cuori che sono un must.

images3DH4X7I4

 

 

Ultimamente avevo trascurato la mia parte creativa, quella più primordiale dando precedenza ad altri tipi di creazioni che comunque mi hanno dato molta soddisfazione ma in questo momento sento il bisogno di tornare alle cose più genuine, semplici.

ddddddd

Ora me ne andrò un po’ in vacanza, al mare, in Croazia….un luogo dove mi sento a casa, dove riesco a staccare la spina ed immergermi nella natura, nel mare, dove ogni anno ritrovo energia e nuovi progetti da realizzare.

FaceApp_1533901535430

A presto!

 

imagesPR8HN9XL

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *