Latest Posts

Le ferie sono finite….forse…

PicsArt_08-26-08_53_52Ogni cosa bella prima o poi finisce, questa è la vita, ma è proprio questo il suo bello, altrimenti non apprezzeremmo i momenti belli…

Quest’anno, in particolare, le mie ferie sono state fruttuose, non è stata solo una vacanza fisica ma anche mentale, di meditazione, di nuove consapevolezze, di bilanci e nuovi propositi.

Di solito per me è così….torno dalle ferie piena di nuove energie creative e tantissimi progetti da realizzare ma quest’anno sono tornata rinnovata anche nello spirito.

 

Ho avuto modo di pensare, di stare da sola con me stessa e godere di questi momenti.

 

Mi alzavo la mattina presto e andavo a camminare/correre sul bellissimo lungomare con la vista del mare splendido da un lato e la pineta dall’altro….in silenzio, come sottofondo il rumore placido del mare al mattino, in cinguettare degli uccellini ed il profumo della resina dei pini, mista al salmastro del mare….cose semplici, naturali ma potenti.

PicsArt_08-26-10_08_30

Poi mi mettevo il costume e facevo un bagno anche di un’ora nel mare calmo, trasparente, deserto….

Non nuotavo per un’ora, non sono la Pellegrini, andavo con il mio bel salvagente/ciambellone così da poter riposare e rilassarmi quando ero stanca e godermi il paesaggio persa nei miei pensieri.

Sono stati i momenti più preziosi, prima che la spiaggia si riempisse di gente, prima che il mare si affollasse, si sporcasse, prima della ressa, io mi sono goduta la natura con i suoi colori, i suoi odori, le sue vibrazioni….

PicsArt_08-26-08_52_11

Ho letto, ascoltato musica guardando il mare, ho giocato con i miei figli, ho mangiato (tanto..), ho vissuto momenti divertenti e gioiosi con amici che abbiamo ritrovato proprio lì in vacanza….ho anche lavorato, come sempre….Mi sono portata la fettuccia e ho annodato propro in spiaggia e poi ogni tanto prendevo appunti per i miei nuovi progetti creativi. Quando la mente è sgombra dagli impegni e incombenze quotidiane allora le idee creative riempiono la mente, si fanno spazio in modo prorompente, vivo, pulsante.

PicsArt_08-26-08_29_46

 

La sera ho goduto di tramonti meravigliosi. In questa zona della Croazia il sole si spegne nel mare, dietro le isole, creando una tavolozza di colori ogni giorno diversa ma sempre emozionante.

PicsArt_08-26-08_51_42

Io mi porto a casa tutte queste emozioni, sensazioni, progetti e nuova energia per affrontare i mesi che mi aspettano. Mesi di mercatini, lavoro, inizio della scuola, mille impegni ma per me le vacanze non sono ancora finite…..il meglio deve ancora arrivare….ma di questo parlerò più avanti….

Collage2019-08-2610_06_51

 

Stay tuned

Ritorno alle origini…..

meditazione-638x425

Capita a tutti, prima o poi, di attraversare un momento di stasi, di immobilità, di vuoto.

Spesso lo definiamo come qualcosa di negativo, di triste, di sbagliato ma non è così.

Se guardiamo alle antiche filosofie cinesi come il Taoismo scopriremmo che il nulla, il vuoto, sono lo strumento per evolverci, per scoprire il nostro sé più nascosto, scevro da condizionamenti esterni, da tutta quella inutilità che ci circonda ogni giorno.

Ci sono momenti nella vita che accadono cose che ci fanno pensare, meditare, riflettere….

Ognuno di noi è la somma di esperienze, dolori, gioie, aspettative, sogni e molto altro e arriva il momento di fermarsi e restare in ascolto.

Questo è il mio momento. Sarà che alla soglia dei 50 anni si fanno dei bilanci, sarà che era il tempo giusto, fattostà che ogni età porta con se i suoi cambiamenti, le sue consapevolezze, i suoi progetti.

Chi mi conosce sa che sono una fonte inesauribile di idee e creatività ma sono mesi che non creo nulla. Non ne ho la voglia, non mi interessa, sono orientata verso altre cose.

Io, per stare bene ho bisogno di avere sempre un progetto, qualcosa di nuovo che mi emoziona, mi da energia, mi fa sentire viva e pulsante. Per anni ho attinto questa forza dalla creatività ma ultimamente non è stato così. Ho temuto di aver perso la mia vena creativa, una risorsa per me preziosa ma non è così…..ho semplicemente spostato l’attenzione su altro.

maxresdefault

Evidentemente per me è tempo di fare altre cose, cose che mi fanno stare bene e che mi motivano. Sarebbe assurdo creare senza voglia, senza gioia, tempo sprecato.

Ho sentito l’esigenza di dedicarmi a me stessa. Al mio benessere psico fisico, curando l’alimentazione, l’attività fisica, la mente.

Sono sempre stata una persona che va a fondo nelle cose; mi piace approfondire, capire, non mi accontento della superficie voglio sapere, sperimentare…..

Non ci sono state forzature, succede e basta.

Ho iniziato a fare attività sportiva come non mai in vita mia! Sarà che i cedimenti dell’età matura si notano, sarà che avevo il bisogno di ritrovare me stessa anche davanti allo specchio, fattostà che ho iniziato a seguire un regime alimentare salutistico, alternato a periodi di digiuno per eliminare tutte le scorie e le tossine accumulate nel mio corpo e non solo…

Mi alzo la mattina alle 6.00 per andare a camminare nel silenzio, mentre la natura si risveglia, ascoltando il canto degli uccelli, il gracidare delle rane nel ruscello sotto casa, respirando gli odori di erba bagnata dalla rugiada stupendomi delle bellezze che la natura ci regala ogni giorno ma che non vediamo perché siamo troppo impegnati a messaggiare, ascoltare la radio e a fare mille cose.

Multitasking-woman-e1386163153186.jpg

Mi sono sempre vantata di essere una donna multitasking ma mi sono accorta che facendo troppe cose insieme me ne stavo perdendo tante altre.

Bisogna tornare alle origini…..

Bisogna imparare ad apprezzare il silenzio, il mangiare poco e sano, stare in mezzo alla natura, gioire delle cose semplici che la vita ci regala ogni giorno in modo totalmente gratuito e accessibile.

Siamo pieni di sovrastrutture di falsi bisogni generati per farci spendere e riempirci di cose inutili che riempiono dei vuoti esistenziali e che poi durano poco e vengono sostituiti da altri bisogni…..ammazza che filosofa che sono diventata, stento a riconoscermi!!!! Qualcuno direbbe “parli proprio tu che hai gli armadi strapieni di abiti e scarpe che metterai si è no una volta all’anno e hai la casa colma di oggetti inutili che creano solo confusione e disordine!”. Tutto vero!

Negli anni mi sono riempita di qualunque cosa e non nego che abbia provato una certa soddisfazione e gioia ma se mi fermo a riflettere era forse un modo per riempire altri vuoti, come chi si abbuffa di dolci o schifezze per colmare vuoti esistenziali.

Con questo non vuole dire che ora mi libererò di tutte le mie scarpe o i miei vestiti, non esageriamo eh! Potrei avere un collasso cardio-circolatorio, andiamoci piano…..diciamo che ci penso prima di acquistare qualcosa di cui non ne ho effettivo bisogno, magari quei soldi li utilizzo per qualcosa di più utile oppure li tengo da parte per un viaggio o un progetto più grande che mi potrà dare più soddisfazione e gioia.

Voi direte….ma a noi che ci frega di tutti questi cavoli tuoi? Probabilmente nulla, avete ragione ma volevo condividere questo mio momento di ascolto, di rinascita perché un blog è anche questo. Non è solo parlare di moda, di creatività, è anche parlare di se stessi, condividere i propri progetti, le proprie idee.

1467371384127-794

Le mie creazioni sono frutto del mio stato d’animo, del mio sentire, percepire, sono io, in tutte le sue sfaccettature. Creare è l’espressione del nostro essere, un bisogno di dare forma ai nostri pensieri, sensazioni ed emozioni.

Il titolo del post è “tornare alle origini” proprio così…. Nel mio caso è tornare alle prime cose che ho creato più di vent’anni fa, dove è iniziato tutto.

In questo periodo di pausa ho lasciato fluire i pensieri sapendo che prima o poi avrei avuto un’illuminazione, dopo tanto tempo e l’ho avuta ieri, accompagnata da una nuova emozione, dolce ma allo stesso tempo appagante. Ho deciso di rimettere le mani in pasta.

Tutti conoscono il potere terapeutico dell’impastare, modellare, dare forma ad un pezzo di argilla per crearne qualcosa, qualsiasi cosa. Io ho iniziato così, tanti anni fa.

I primi lavori, se li guardo adesso, erano orribili, eppure piacevano, infatti me li ordinavano e da lì è iniziato tutto…poi mi sono evoluta sperimentando tecniche e materiali sempre diversi perché a me piace provare tutto ma puntualmente ritornato alle creazioni in argilla a freddo.

isla_180x180_33053112_tr5m4pb3

Ieri mi è presa di nuovo la voglia di tornare a fare quello che alla fine mi rappresenta di più e cioè creare dal nulla forme, monili, particolari per poi decorarli, limarli, dipingerli e farli diventare qualcosa di unico, irripetibile, mio….

Stavolta non voglio avere fretta, io sono sempre stata una persona impaziente, veloce, a tratti agitata ma ora è il momento di fare le cose che sento, quando le sento, senza stress, senza fretta perché nessuno mi impone nulla, sono io a decidere i ritmi.

Non ci sarà nulla di nuovo o diverso, oppure si, non lo so….vedremo in corso d’opera.

Per adesso ho ripreso a fare i miei amatissimi tubi che mi hanno dato tantissima soddisfazione e successo e anche i cuori che sono un must.

images3DH4X7I4

 

 

Ultimamente avevo trascurato la mia parte creativa, quella più primordiale dando precedenza ad altri tipi di creazioni che comunque mi hanno dato molta soddisfazione ma in questo momento sento il bisogno di tornare alle cose più genuine, semplici.

ddddddd

Ora me ne andrò un po’ in vacanza, al mare, in Croazia….un luogo dove mi sento a casa, dove riesco a staccare la spina ed immergermi nella natura, nel mare, dove ogni anno ritrovo energia e nuovi progetti da realizzare.

FaceApp_1533901535430

A presto!

 

imagesPR8HN9XL

 

Vacanza in tutti i sensi…

received_871669239876184 (1)Il termine VACANZA può essere inteso in diversi modi. C’è la vacanza intesa come ferie, viaggio, riposo oppure la vacanza in senso di mancanza, sospensione di qualcosa, assenza. In questo periodo si parla per lo più di vacanze estive, tanto attese durante l’anno lavorativo, la vacanza che ti porta al mare, a divertirti, rilassarti ma io mi riferisco all’altro significato.

Tutto questo forse inutile preambolo per dire che dopo tantissimo tempo di assenza (o vacanza) ho l’intenzione di tornare a gestire questo mio povero blog che ho così tanto trascurato in questi anni.

Ieri ero addirittura convinta di chiuderlo, di non pagare più il dominio perché tanto non ci scrivo mai e quindi nessuno lo legge. Poi però prima di cliccare sul tastino “cancella definitamente” ho avuto un attimo di ripensamento ed mi sono detta “NO!”.

Ci ho investito denaro per farmi fare il sito da una professionista, per creare il logo, per fare corsi per imparare cos’è la SEO, per farmi una cultura su come si gestisce un blog e perché buttare tutto all’aria? Per mancanza di tempo? Per pigrizia? Per cosa?

Ho pensato che potrei dare un taglio diverso a questo mio blog. Mostrare foto delle mie creazioni mi sembra un po’ riduttivo. Per quello ho già facebook, instagram e Pinterest.

Un blog è uno strumento dinamico, modificabile, un contenitore di idee, consigli, riflessioni, un diario, insomma un sacco di cose, dipende solo da noi, in questo caso da me.

a9ae7c6d95d0b2672d5b974bc65a0ee9

 

Chi mi conosce sa che sono una persona con mille idee per la testa, in costante movimento e trasformazione. Devo sempre avere un progetto in mente altrimenti mi spengo e ultimamente ho staccato la spina per dedicarmi ad altro ma è ora che io torni in pista, ne ho bisogno per avere nuovi stimoli e nuova energia.

Ci sono dei momenti nella vita in cui uno è preso da tantissime cose ma c’è anche il momento del riposo, della riflessione, credo sia fisiologico, non si può sempre correre dietro a tutto, ad un certo punto bisogna fermarsi per capire. Spostare il punto di osservazione, lasciare che le cose accadono, semplicemente, naturalmente, senza sforzi o imposizioni.

Per me questi ultimi mesi è stato così. Ho interrotto completamente la mia mia produzione creativa. Sarà che d’estate mi fermo perché patisco il caldo e non ho voglia di fare nulla più del necessario, sarà che non faccio mercatini da un pò, sarà che non avevo proprio voglia, fattosta’ che la mia vena creativa si è bloccata.

Ho avuto il timore che non tornasse più, ci si abitua a tutto nella vita ma per me la creatività, la fantasia, la voglia di fare sempre cose nuove è stata sempre la mia linfa vitale, quel dono che rende la vita più bella, ricca, emozionante.

b41c5521c58344bc436f54912c32ea7e

 

E allora ho deciso di riaccendere questo fuoco che ho dentro e che per un po’ si era spento, ma non del tutto, questo mai. E’ ora di tornare in pista con idee nuove, progetti e sogni da realizzare. Piano piano….stavolta non ho la mia solita urgenza di fare tutto e subito, non è il momento. Voglio fare le cose che mi sento di fare quando ne sento la voglia ed il piacere, senza scadenze, senza stress. Sarà che alla soglia dei 50 anni sto diventando saggia? Mah!

Se avete qualche consiglio, suggerimento o idea da propormi sarà mia premura e piacere sentire la vostra opinione anche perché un blog è una pagina di interazione con chi ti segue ed è giusto che possa dire la sua.

Allora mi date il via???

Collane di fettuccia nodi a go-go!

La fettuccia è la mia compagna di vita da anni e anni oramai…

Pensate che ho iniziato a farne dei braccialetti un bel pò di anni fa, quando ancora questo materiale era sconosciuto agli addetti ai lavori. L’avevo scoperta ad una fiera creativa e la vendevano per creare le borse all’uncinetto.

Io mi sono detta che avrei potuto farne anche dei bracciali e delle collane e così ho iniziato a cercarla nei negozi ma non si trovava nulla. Addirittura la acquistavo a metro nelle mercerie e poi con tanta pazienza tagliavo delle striscioline sottili…. non vi dico che rottura di scatole!

PicsArt_05-27-09.03.32

Poi è esplosa la moda dei bracciali e collane in fettuccia e allora ho iniziato a trovarla già tagliata e la mia produzione è partita alla grande.

La fettuccia è leggera, colorata, facile da lavorare e da risultati soprendenti: io oramai non riesco a farne a meno. La utilizzo da anni per creare tante collane diverse, da quelle con i tubi, con ciondoli, al tricot …ma ultimamente mi sono appassionata ai nodi, prorpio così!

IMG_20180529_080321_402

Erano anni che le vedevo in giro ma non mi sono mai cimentata perchè non mi allettava l’idea di passare ore e ore a fare nodi, non faceva per me e invece….. Ne ho fatta una e l’ho indossata e…apriti cielo! Un successone e come mi capita spesso sono partita in quarta ed ho iniziato una produzione industriale!

Devo dire che a livello artistico non c’è molto da fare, lo ammetto, ma dopo i primi nodi la cosa mi ha preso letteralmente la mano ed è diventata un passatempo, una sorta di antistress.

Oramai annodo in ogni momento della giornata: a casa mentre mescolo il sugo, mentre guardo la tv, in auto (non quando guido io!), in vacanza….insomma ogni momento è buono per fare qualche nodino e portarmi avanti nel lavoro.

PicsArt_05-13-11.28.12

Poi assemblo il tutto. A volte in tinta unita, altre in gradazione di colore e altre abbinando colori insoliti per creare un effetto originale e unico.

Devo dire che sono molto soddisfatta dell’impatto che ha avuto perchè sto ricevendo tanti complimenti e ordini.

Collage 2018-05-29 23_19_43-1

Io le trovo deliziose. Sono ricche ma sono molto leggere. Riempiono il decolltè dando al vostro oufit un tocco di colore e originalità. Diciamo che vestono anche se avete un semplice abito o una t-shirt…basta poco.

Ora ne sto preparando di coloratissime, vista la stagione ma ne sto facendo anche in altri colori per la prossima stagione autunnale.

PicsArt_05-18-04.14.53

A presto con altre novita!

Sandra

Vestire bene spendendo poco….si può!

Io almeno la penso così!

Da quando sono piccola ho sempre amato vestire, abbinare i colori e gli stili…. Credo che lo facessi già nella culla anche se non lo ricordo.

ddddc

Ricordo però che quando ero all’asilo mi preparavo i vestitini da mettere il giorno dopo, abbinando i colori della gonna alle scarpette o al cerchietto per i capelli. Per le scarpe poi ho sempre avuto una passione sfrenata. Ricordo i miei primi zoccoletti di jeans bicolore con i disegni di Cip & Ciop. Appena acquistati me li sono messi vicino al letto, così di notte se mi svegliavo li avevo sotto gli occhi….

wqa

Crescendo la cosa è peggiorata….infatti io dico sempre di essere ammalata di “abbinamento cronico incurabile in fase acuta”, proprio così….non è colpa mia!

Ho sempre amato la moda ma non solo quella imposta dal momento; mi piace reinventare e reinterpretare mettendoci sempre qualcosa di mio. Non tutto quello che è di moda è anche bello, anzi…e non tutto quello che propongono gli stilisti è alla portata di tutti, sia di tasche che di portabilità.

bhh

In giro si vedono certe cose che sono veramente indecenti. Si può avere un proprio stile anche senza essere all’ultimo grido o comunque non scadere mai nel cattivo gusto, cosa che purtroppo succede molto spesso.

Io amo creare sempre abbinamenti nuovi, diversi, originali, mescolando cose appena acquistate con altre che ho da anni e che magari avevo dimenticato in uno scatolone da anni e poi….come per magia diventa un capo super trendy.

jjj.jpg

Sono convinta che non serva spendere tanto per vestire bene, basta avere un pò di gusto e fantasia.

Io, ad esempio acquisto molto nei negozietti di catene low cost, oppure durante i saldi degli ultimi giorni ma il mio luogo preferito è il mercato! Proprio così!

Oramai i mercati cittadini offrono tanto in tema di abbigliamento. C’è veramente di tutto! Dalle bancarelle degli indiani, cinesi a quelle più chic dove trovi le ultime tendenze moda a prezzi molto convenienti.

Excited Shopping Woman

Io mi diverto a rovistare tra ceste ed espositori e scovare quello che più mi colpisce. A volte sono degli “straccetti” che poi diventano dei capi interessanti se abbinati con gusto, altre volte trovo delle rimanenze di magazzino o di campionari di marche conosciute ma a prezzi piccoli piccoli. Questo non vuol dire che non compro nei negozi “normal”i ma girando qua e là si trova sempre qualcosa di interessante.

Vuoi mettere la soddisfazione di indossare qualcosa di bello ed originale sapendo di non aver speso quasi nulla?

A me piace cambiare, ogni giorno…per me è un divertimento. Non potrei mai permettermi di spendere tanto perchè poi dovrei indossare sempre le stesse cose: che noia!

dsc6412.jpg

E’ bello giocare con i colori, gli abbinamenti, gli stili. Ci sono giorni in cui sono più sportiva, altri in cui sono bon ton, altri con tacchi e altri ancora etnica o minimal, mantenendo sempre un mio stile personale.

A volte vedo certe donne vestite ogni giorno sempre uguali, tristi, anonime e mi chiedo come sia la loro vita personale. Questo non vuol dire che uno deve impostare la propria vita sull’abbigliamento, ci mancherebbe, ma la nostra personalità si esprime in molti aspetti della nostra vita ed il modo in cui ci presentiamo è uno di questi.

Ultimamente ho deciso di utilizzare i miei abiti per creare gli outifits per fotografare le mie creazioni. Solitamente abbino delle foto che trovo su internet, molto belle e professionali con capi indossati da modelle superfiche che fanno sicuramente un bell’effetto ma ho pensato che potrei usare i miei di vestiti dato che ne ho tantissimi.

fashion-closet.jpg

Perche no?

Perche non utilizzare le cose che ho scelto, che mi piacciono, che mi appartengono e rispecchiano il mio stile personale?

Se poi sono nuove, firmate o meno che importa? L’importante è che siano in armonia tra di loro e che siano belle da vedere.

Vi aspetto per i prossimi outfits!

Tricot, la mia nuova passione!

Tricot, proprio così….oppure potete chiamarlo uncinetto, crochet….insomma come volete voi.

Mai e poi mai avrei pensato che mi sarei letteralmente appassionata a questo tipo di lavoro creativo. L’ultima volta che ho preso in mano un uncinetto è stato un secolo fa. Avevo circa 7 anni quando mia mamma mi iniziò a questo tipo di “lavoretti”, insieme ai ferri e al punto croce.

Ho resistitito pochi mesi, lo ammetto. Dopo aver fatto centrini, cinturine e altre piccole creazioni ho mollato il colpo, roba da nonnette! Con i ferri  avevo iniziato a fare un maglioncino, tra l’altro con un punto parecchio complicato con due colori. I primi giorni era tutto un sferruzzare, poi sempre meno e fu così che dopo un anno di abbandono mia mamma in un raptus di rabbia me l’ha disfatto tutto sotto i miei occhi increduli. Così è finito il mio breve rapporto con ferri e uncinetti….almeno pensavo…..

Il tricot l’ho sempre trovato un lavoro noioso, ripetitivo, da far fare alle signore di una certa età con la copertina sulle gambe, sedute sulla poltrona mentre guardano una soap opera alla tv.

E invece no!

Mi sono dovuta ricredere e non so come e perchè!

bracciale tricot verde militare fettucciabracciale fettuccia tricot rosa anticobracciale fettuccia lycra tricot

Diciamo che ho sempre amato le cose naturali, grezze e le lavorazioni artigianali con filati grossi e allora ho pensato di utilizzarli per le mie creazioni, così un giorno ho preso un uncinetto e ho provato a lavorare la fettuccia e OPLA’ mi ha preso di brutto.

Non ho inventato nulla, almeno non stavolta, semplicemente ho scoperto una cosa dopo che molti prima di me l’hanno sperimentata ma mi piace un sacco. Ci sono un sacco di lavori in tricot sul web molto belli e colorati.

collane tricot uncinetto fettuccia

Lo trovo un lavoro rilassante, proprio perchè ripetitivo e senza grande attenzione, ma allo stesso tempo gratificante. Vedere che punto dopo punto si crea un bracciale o una collana mi da un sacco di soddisfazione.

All’inizio ho provato con dei bracciali “normali”, poi man mano ho aumentato le dimensioni fino a farli diventare belli “cicciotti”, come piacciono a me…importanti, d’effetto, ma allo stesso tempo leggeri, facili da indossare, comodi e pratici.

bracciali tricot

Poi ho pensato di fare delle collane girocollo che indossate hanno il loro bell’effetto sia in inverno con un dolcevita o un golfino ma d’estate con il collo e le spalle scoperte sono una meraviglia!

Fortunatamente di fettuccia ne ho di tutti i colori e allora mi sono messa all’opera e ho creato un sacco di parure, di bracciali di tutti i generi: grossi, sottili, con decorazioni, perle, bottoni etc.etc.etc….

Diciamo che mi sono fatta prendere.

Voglia di primavera….

Collage 2018-02-21 18_36_05.jpgE’ quasi primavera…. illudiamoci che sia così 😀

Lo so, sono secoli che non pubblico un post.

All’inizio era mancanza di tempo e poi ho avuto problemi con l’accesso al mio sito che ora, come per magia, si è sbloccato.

Sono però passati circa due mesi…troppi..

Diciamo che mi sono serviti per ricaricarmi dopo le fatiche dei mercatini natalizi e per creare le nuove collezioni per la prossima primavera/estate.

Ho lavorato molto ed ho creato tante cose nuove. Chi mi conosce sa che mi piace inventare e creare cose sempre diverse, non mi fermo mai.

Ho fatto un sacco, ma veramente un sacco di orecchini molto diversi da quelli che propongo di solito. Mi sono appassionata agli orecchini piccoli, quelli a bottone che trovo veramente simpatici, facili da indossare, divertenti ed originali.

PicsArt_02-18-10.32.09

Ne ho fatti di tutti i colori: allegri, pastellosi, divertenti, con fantasie di ogni tijpo, con glitter, perle, insomma ho dato sfogo alla mia fantasia. Ho notato che sono piaciuti anche alle mie amiche e clienti e sono molto contenta.

Sono realizzati in legno/med, cartoncino decorato, pelle e gomma crepla, pertanto sono leggeri e facili da indossare e da abbinare a qualsiasi tipo di outfit sia classico che estroso.

Ne ho fatti anche di pendenti, sempre con gli stessi materiali, per chi ama indossare qualcosa di più appariscente.

PicsArt_01-28-03.50.35

Mi sono divertita molto a farli perchè ognuno è diverso dall’altro e, nonostante siano piccoli, sono comunque molto dettagliati e curati nei particolari. Ho passato ore e ore per trovare immagini, carte, decorazioni per creare qualcosa di originale, parPicsArt_12-16-10.50.03ticolare e in perfetto abbinamento di forme e colori. Sapete che sono una “fissata” per gli abbinamenti di colore!

Nel frattempo ho creato anche tante altre collane supercoloratissime e allegre per dare un tocco di colore a questo inverno che ci terrà compagnia ancora per un po, ma dovrete aspettare ancora un pochino per vederle…non tantissimo però….promesso.

PicsArt_02-18-10.30.05

Io intanto ho ripreso con i miei mercatini. Come tutte le ultime domeniche del mese sarò a Pordenone, in Corso Vittorio Emanuele e poi, di volta in volta vi terrò aggiornati attraverso la mia pagina di facebook.

Questa domenica sarò alla Festa di San Valentino a Torre di Pordenone che è una manifestazione molto seguita con un sacco di attività come la marcia, i bimbi in maschera e concerti con cantanti di fama nazionale….Vi aspetto!

E’ Natale!!!

Eh già…… Natale è alle porte….. mancano  solo 10 giorni ma oramai ci siamo…. Siamo tutti indaffarati tra i preparativi di pranzi, cene, regali…insomma non si può dire che il periodo sia dei più rilassanti. NATALE   Per me poi è un delirio. Oltre a dover gestire il lavoro, la casa, i figli devo seguire anche tutta l’attività “creativa” che in questo periodo si fa particolarmente intensa. Sono divisa tra mercatini, ordini e richieste varie. Certo non mi lamento, ci mancherebbe ma sono  veramente alla frutta. Questa domenica farò l’ultimo mercatino dell’anno a Pordenone e poi per un mese e mezzo mi riposo, o almeno così vorrei. Diciamo che mi fermo con i mercatini ma per tutto il resto no. Ho tante nuove idee creative che per ora non riescono a trovare concreta realizzazione per mancanza di tempo ma appena ho un pò di calma mi metterò all’opera. Natale Non vedo l’ora!

NATALE HANDMADE

A Natale regala handmade

 

NATALE HANDMADE

Eh già, manca giusto un mese a Natale…..e già da un pò si respira l’aria natalizia…

Le vetrine dei negozi sono tutte belle addobbate, piene di lucine, ghirlande e chi più ne ha più ne metta.

Oggi poi non ne parliamo…è il BLACK FRDAY! Alzi la mano chi non ne può più di essere bombardato di pubblicità, annunci, mail contenenti offertissime solo per oggi????

Sicuramente è una buona occasione per acquistare elettrodomestici, cose tecnologiche e regali per Natale…meglio prendersi per tempo.

I regali…quanto stress ci provoca cercare i regali, spesso all’ultimo minuto, acquistando qualsiasi cosa pur di non tornare a casa a mani vuote?

Io oramai da anni mi sono “tolta” da questa ansia da regalo. Ho deciso di farne pochi ma selezionati, pensati, e curati. Ho scelto di acquistare l’HANDMADE.

NATALE HANDMADE

Lo faccio perchè oramai siamo stufi di girare per negozi, centri commerciali che gli stessi  in tutte le città del mondo. Non c’è più l’oggetto “particolare”, “originale”…tutto è fatto in serie, spesso con materiali di scarsa qualità…

L’handmade è frutto di lavoro artigianale, di passione, amore e dedizione.

Regalare handmade significa donare qualcosa di UNICO, IRRIPETIBILE, ORIGINALE….

COLLANA VINTAGE

Per questo io acquisto nei mercatini, dove ci sono tante persone creative come me che mettono a disposizione ore e ore di lavoro, sacrifici e passione per regalare un emozione….

Io almeno la penso così e continuerò a pensarla così.

Preferite ricevere un regalo impacchettato dalla commessa part-time che lo confeziona velocemente tipo catena di montaggio oppure con una bella confezione, curata, personalizzata?

 

Domanda retorica lo so… ma pochi pensano che dietro ad un sacchettino creato e decorato artigianalmente c’è tanto lavoro…. A volte io ci metto più a fare la confezione che l’oggetto in essa contenuta e il tutto ovviamente gratis!

Ma se lo faccio è perchè mi piace…. Perchè il bello deve essere dentro e fuori.

ORECCHINI PERLE DI FIUME E CRISTALLI

Perchè donare deve essere un piacere, non un dovere e perchè anche un regalo da 10 euro può essere curato, ricercato e personalizzato.

Pensateci… Io intanto vado a creare perchè da questa domenica a Natale sarò presissima tra mercatini, ordini e tutto il resto.

Aiutoooooooooooo

 

 

Autunno….dolce autunno…

Oramai riesco a postare solo una volta al mese… Mi piacerebbe farlo più spesso ma non ci riesco…non ho tempo.

Se potessi esprimere un desiderio, a parte le cose più ovvie come salute, famiglia etc.etc., chiederei del tempo in più. Mi basterebbero 2 ore al giorno per fare le mie cose con calma.

Oramai le mie giornate sono divise tra lavoro, casa, famiglia, spesa e tutto il resto. Sempre di corsa, sempre con mille cose da fare….

Vorrei avere del tempo solo per me, per creare in totale tranquillità ma per ora questo non è possibile…non mi lamento, certo, ma ogni tanto arrivo stanca e stressata e vorrei qualcosa di più…

autunno zucche shabby

Detto ciò (scusate lo sfogo) volevo dirvi che sono felice perchè ho fatto un weekend di mercatini che mi ha dato una carica pazzesca! E non solo!

Diciamo che in questi due giorni ho ricevuto soddisfazioni da più fronti. Il mercatino è quello più immediato, tangibile…vedi le persone e hai il riscontro diretto dell’impatto che hanno le tue creazioni e devo dire che sono piena di gratitudine e felicità.

E’ bello vedere persone che vengono anche da lontano solo per venire a trovarti o per acquistare qualcosa per sè o da regalare ad una persona speciale.

autunno foto mercatino Ekletic Jewels

E’ bello fare quattro chiacchiere e scoprire che si hanno interessi comuni, o che si abita a 200 metri di distanza senza saperlo e tante altre cose.

In questi anni diverse mie clienti sono diventate delle vere amiche….persone leali, sincere, di cuore…

Ma ho avuto anche delle bellissime soddisfazioni dalla mia pagina di facebook.

Ho messo un post con delle foto di negozi bellissimi, dei concept store in stile nord europeo ed ho scritto che mi piacerebbe aprirne uno così, nei miei sogni…Ebbene ho ricevuto un sacco di messaggi  carinissimi sia da persone che conosco ma quelli che mi hanno stupito di più sono stati quelli di amiche di facebook che non conosco nella mia vita reale.

Ieri, ho postato le foto del mio gazebo durante il mercatino e ho avuto ancora più messaggi pieni di gentilezza,apprezzamento e sono rimasta veramente commossa.

Ringrazio tutte le mie nuove e vecchie amiche che mi sostengono in questo mio percorso creativo che non è senza ostacoli ma che  è un’esigenza che nasce da un mio bisogno di esprimermi, di tirare fuori ciò che ho dentro e quando riscontro che riesco a trasmettere il mio amore e la passione in quello che faccio è il massimo!

GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE…non ho nulla da aggiungere.